IL MIO GATTO NON MI VUOLE PIU’ BENE???

IL MIO GATTO NON MI VUOLE PIU’ BENE???

Oggi parliamo di aggressività negli animali, in particolare nel GATTO.

Ci sono vari tipi di aggressività nel gatto: l’aggressività dovuta da uno stato fisico del gatto, come il dolore, aggressività da paura, dalla poca socializzazione, aggressività territoriale (sopratutto nei maschi), aggressività rediretta e quella intrasessuale.

La più frequente nei gatti è l’aggressività rediretta. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, questo tipo di aggressività si manifesta nel momento in cui il gatto vede qualcosa che lo rende aggressivo ma non può raggiungerla e così scarica il nervoso sulla prima cosa che gli capita vicino, ad esempio il suo padrone!

Anche l’aggressività territoriale e quella intrasessuale sono molto note nei gatti, specialmente tra i maschi. Quella territoriale si manifesta perlopiù contro altri gatti e può diventare un vero scontro, mentre quella intrasessuale è legata al periodo della riproduzione o alla castrazione.

 

 

Un’altra delle cause di aggressività può essere anche la solitudine o comunque la mancanza di socializzazione. Lo scarso contatto con gli esseri umani nel periodo delle prime sette/otto settimane di vita del gatto è un importante fattore di rischio e i gatti mal socializzati hanno più probabilità di sviluppare questo tipo di problema rispetto a gatti ben socializzati.

 

Unghiette affilate……

Anche se solitamente sono meno gravi che nel cane, le ferite causate da morsi e graffi da parte dei gatti non vanno sottovalutate. Le ferite inferte dai nostri amici felini possono causare la ”malattia del graffio”, da non prendere con leggerezza!

 

 

 

 

 

Condividi sui social network

Commenta