LEISHMANIOSI CANINA

LEISHMANIOSI CANINA

La Leishmaniosi è una malattia parassitaria che colpisce per la maggior parte il cane, i roditori e alcuni animali selvatici e in certi casi molto rari anche l’uomo.

Qual’è la causa di questa malattia? Il parassita che causa questa malattia è un protozoo che fa parte della famiglia Trypanosomatidae e per infettare l’animale ha bisogno di un vettore biologico che in questo caso è il Flebotomo o meglio conosciuto Pappatacio.

Ecco come avviene il contagio: 

Il Pappatacio è un insetto che si nutre di sangue, come le zanzare. Quando uno di loro punge un animale infetto per nutrirsi, inietta nella sua cute i protozoi della Leishmaniosi che assumono una forma amastigote (cioè senza flagello). Questi protozoi (promostigoti) impiegano circa 10-20 giorni all’interno dell pappatacio per diventare infettanti: si moltiplicano nel suo intestino, assumono la forma promostigote (cioè con il flagello) e risalgono verso la faringe, dove verranno espulsi attraverso la prossima puntura dell’insetto su un altro animale. Si trasmette così la leishmaniosi.

🟠 SINTOMI 

La Leishmania, una volta entrata in circolo nell’animale, raggiunge diverse strutture dell’organismo, come milza e fegato, reni e midollo osseo. Essendo un’infezione che colpisce vari organi, la Leishmaniosi può presentarsi in vari modi, tra cui lesioni cutanee di tipo eczematoso (sopratutto nella zona delle orecchie, dei gomiti, del dorso del naso). Il periodo di incubazione della malattia nei cani va da qualche mese a qualche anno.

❗ La Leishmaniosi è più frequente sui cani relativamente giovani e naturalmente quelli che vivono all’aperto, in quanto più predisposti alle punture del pappatacio.

🟠 ANTIPARASSITARI

Svolgono un ruolo importante gli Antiparassitari contro pulci, zecche, zanzare ed altri insetti, sopratutto negli animali già infetti per evitare il contagio ad altri cani o agli umani. Ebbene sì, anche gli umani possono avere la Leishmaniosi, ma non può avvenire la diretta trasmissione tra cane e umano, poichè il vettore necessario è sempre il pappatacio. Perciò sarà bene avere alcune cortezze, quali evitare lunghe passeggiate notturne con il proprio cane (il pappatacio agisce prevalentemente dal crepuscolo all’alba) oppure applicare alle finestre zanzariere con maglia fitta ed usare insetticidi ambientali per uso domestico.

❗ Esistono in commercio alcuni vaccini per la prevenzione dalla Leishmaniosi canina, ma purtroppo non proteggono del tutto dall’infezione. Sono comunque un’ulteriore barriera allo sviluppo della malattia. Il migliore prodotto per ridurre il rischio d’infezione restano comunque gli antiparassitari con attività repellenti. 

Noi nei nostri punti vendita teniamo i marchi: SCALIBOR, FRONTLINE, SERESTO e EXSPOT.

 

 

 

__________________________________________________________

Condividi sui social network

Commenta