COME CONOSCERE ED EDUCARE IL MIO CANE

COME CONOSCERE ED EDUCARE IL MIO CANE

Accogliere un cucciolo in casa può sicuramente donarci una gioia immensa e tanto amore e ad oggi è considerato un vero componente della famiglia. Può capitare, però,  che il cane mostri alcuni comportamenti inadeguati come aggressività o paure. Vediamo insieme alcuni di questi atteggiamenti.

Solitamente il cane dimostra la sua aggressività ringhiando o mordendo, infatti è bene che sin da subito il cucciolo venga educato alle regole sociali. E’ necessario insegnargli il divieto di mordere. Esistono diversi tipi di aggressività del cane:

  • Aggressività tra maschi: il fine è la cattura e l’uccisione della preda
  • Aggressività tra maschi: avviene esclusivamente tra due maschi per imporsi come cani dominanti
  • Aggressività tra femmine: uguale a quella tra maschi solo che avviene tra femmine
  • Aggressività da paura: il cane si sente minacciato da qualcuno o da qualcosa; e diventa quindi un meccanismo di difesa per l’animale che ritiene di essere in pericolo.

Tutti questi tipi di aggressività, tranne quello per paura, si svolgono e manifestano in due fasi:

  1. Intimidazione con la postura, che può essere la coda dritta in alto e i denti scoperti e un ringhio
  2. Il morso

C’è sempre una causa alla base di un atteggiamento aggressivo. Vediamone qualcuna insieme!

  • Il cane ringhia se passate vicino alla sua cuccia mentre sta dormendo o sta riposando 

Quando questo accade, fermatevi rimanendo in piedi e date il fianco al cane; dopodiché fate due passi indietro senza dargli le spalle. Se il cane si alza e viene verso di voi con un atteggiamento rigido e teso, non cercate nessun contatto. Chiamatelo e invitatelo a seguirvi allontanandovi da lui e dandogli le spalle. Ma sopratutto rivolgetevi a lui con toni amichevoli e allegri.

COME FARE IN MODO CHE NON ACCADA PIU’

Se il vostro cane si è dimostrato aggressivo quando stava dormendo/riposando in un punto della casa dove passate spesso, fate in modo che si corichi nella sua cuccia o eventualmente in un punto diverso della casa dove ovviamente non transitate molto spesso.

Se invece il vostro cane vi ha ringhiato mentre era nella sua cuccia e stava dormendo/riposando, spostate (mentre non vi vede) la sua cuccia in un posto più strategico della vostra casa, cioè più ”nascosto” e tranquillo.

  • Il cane ringhia se passate vicino a lui mentre sta dormendo sul divano 

 Molto spesso i cani scelgono come luogo di riposo il divano. Sebbene non sia l’abitudine più giusta che un cane può avere, è una cosa comune e può capitare. Ci sono, infatti, molti cani che riescono a stare tranquillamente sul divano insieme a ospiti e familiari, o che scendono senza opporsi quando gli viene chiesto e si fanno accarezzare. Tuttavia ci sono cani che tendono a difendere la loro postazione del divano quando ci avviciniamo ad esso. In questi casi, si consiglia di fermarsi e rivolgere il nostro fianco al cane; successivamente usando toni amichevoli chiamiamolo ed invitiamo a scendere. ‼  Cosa importante da ricordare: non rivolgiamoci mai in modo minaccioso o intimidatorio al nostro amico a quattro zampe altrimenti si rischierebbe solo di peggiorare la situazione!

COME FARE IN MODO CHE NON ACCADA PIU’

Se accade quanto appena detto, significa che il cane non ha chiara l’idea del suo luogo di riposo, pertanto una tecnica per indirizzarlo al riposo solo nella sua cuccia potrebbe essere quella di ricoprire il divano con degli oggetti ingombranti e che gli impediscano di salirci di nuovo. Liberare il divano solo quando vogliamo starci noi.

  • Il cane ringhia durante il gioco

Il vostro cane ringhia mentre sta giocando? E’ possibile e la maggior parte delle volte normale! Vi spiego meglio… il nostro cane prima di iniziare a giocare ci ”avverte” attraverso un movimento che viene chiamato l’inchino di invito al gioco, cioè mettendosi con l’anteriore abbassato verso terra e il posteriore in alto e la coda scodinzolante (vedi immagine qui sotto).

In questo modo ci avvisa che da quel momento in poi qualsiasi gesto o ringhio che farà, sarà parte del gioco e non c’è da preoccuparsi. In ogni caso consigliamo sempre di prestare attenzione che il cane non si ecciti troppo e che magari ci morda senza volerlo. In quel caso dovrete essere pronti a rendere il gioco più tranquillo e collaborativo portando il cane verso la calma.

Se il cane assume una postura più rigida o protratta verso l’indietro con la coda tra le gambe, il ringhiare potrebbe essere causa di una situazione di paura o di disagio. Alcune volte, i giochi come la lotta o il tira e molla possono portare il cane ad interpretare male la situazione. Il contendersi un oggetto a volte può ricollegare alla possessività e ciò implica il manifestarsi di atteggiamenti aggressivi nei confronti dell’uomo.

COME FARE IN MODO CHE NON ACCADA PIU’

Il consiglio che posso darvi è di sospendere temporaneamente i giochi di tipo competitivo, sopratutto la lotta e il tira e molla. Vi ricordo che potete sempre contattare un educatore cinofilo che vi illustrerà la comunicazione del cane nelle fasi del gioco e vi spiegherà se sono adeguati i giochi competitivi tra voi e il vostro cane.

  • Il cane ringhia durante le operazioni di igiene quotidiane

L’igiene del nostro amico a quattro zampe è considerato fondamentale nella sua routine. La pulizia delle orecchie e/o mettere l’antiparassitario sono forse le attività più ”difficili” da sopportare per il cane. Se il cane vi ringhia mentre lo state semplicemente asciugando dopo il bagnetto, vi consigliamo di fermarvi e riprendere dopo qualche minuto senza avergli dato rimproveri o divieti di girare per la casa bagnato. Per rendere l’azione più divertente potreste preparare un asciugamano a terra con sopra dei bocconcini appetitosi; chiamate il cane con tono amichevole e se vi seguirà mettendosi sopra all’asciugamano, lodatelo con la voce. Chiedetegli di sedersi sopra l’asciugamano in modo da drenare comunque un po’ di acqua e continuatelo a rinforzare sia con la voce sia con il cibo. La cosa fondamentale è riuscire a trasformare l’asciugatura dopo il bagnetto in gioco.

COME FARE IN MODO CHE NON ACCADA PIU’

Valuta con attenzione la relazione che hai con il tuo cane, in quanto a volte il suo ringhiare potrebbe essere causato da una nostra inconsapevole postura che lo fa ”preoccupare”. Il rapporto con il proprio cane è un rapporto interamente basato sulla fiducia reciproca, perciò sarà da lavorare tanto su questo aspetto.

  • Il cane ringhia incrociando persone sul marciapiede

Questo fatto è indice di un forte stress del cane. Vivere in città con un cane al giorno d’oggi è sempre più difficile in quanto ci si trova spesso a condividere gli spazi con persone, oggetti e situazioni diverse. Perciò è normale che il cane manifesti intolleranza verso gli estranei o alcuni tipi di persone. Se si verifica questa situazione mentre si è a passeggio sul marciapiede, è importante non tendere assolutamente il guinzaglio. Ricordatevi sempre che il guinzaglio è una sorta di cordone ombelicale su cui passano tutte le vostre emozioni, sopratutto quelle negative. Tirare il guinzaglio in questo caso aumenterebbe la tensione del momento e confermerebbe al vostro cane che esiste un reale pericolo al suo orizzonte. L’unica cosa da fare è richiamare con tono tranquillo il vostro cane e invitarlo a mettersi in fianco a voi e fate passare le persone o il cane che lo infastidiva. Una volta passati, premiate il vostro amico a quattro zampe con carezze e magari con un biscottino! In questo modo premierete l’attenzione che il cane vi sta dando in un momento per lui di preoccupazione e “marcherete” positivamente il passaggio dell’estraneo.

 

COME FARE IN MODO CHE NON ACCADA PIU’

Se seguite i consigli elencati qui sopra sarete già a a buon punto! Cercate di cambiare routine fino alla consulenza con le figure professionali richieste. Non condurre il cane in luoghi affollati e piuttosto scegliamo spazi ampi dove è possibile avere una buona visuale su chi si incontra e avere così il tempo a disposizione di compiere le manovre richieste ed indicate in precedenza. In ogni caso potete sempre chiedere ad un educatore cinofilo altre info più precise.

  • Il cane ringhia contro un altro cane in ambiente esterno

Questa è forse la situazione che più di tutte accade durante una passeggiata con il proprio cucciolotto! Ci sono svariate di motivazioni per cui un cane ringhi contro un altro cane. Cercheremo di spiegarle a grandi linee.

a) con il cane la guinzaglio, incontriamo un altro cane dello stesso sesso sullo stesso marciapiede;
b) con il cane la guinzaglio, incontriamo un altro cane di sesso opposto;
c) al guinzaglio con un cane molto più piccolo di dimensioni dello stesso sesso o di sesso opposto;
d) al guinzaglio con un cane molto più grande di dimensioni, dello stesso sesso o di sesso opposto;
e) il nostro cane adulto incontra al guinzaglio un cucciolo maschio o femmina;
f) il nostro cucciolo incontra al guinzaglio un cane adulto maschio o femmina;
g) tutte le situazioni precedenti, senza il guinzaglio su spazio aperto tipo parco o area per cani.

 

COME FARE IN MODO CHE NON ACCADA PIU’

Vi consigliamo di non toccare mai il cane mentre sta ringhiando contro un altro cane, né con le mani né con le gambe, cercando di spostarlo. Sentirsi toccato potrebbe portare il cane a sentirsi spalleggiato da voi e decidere di attaccare l’altro. Parlategli con tono di voce calmo e rilassato, cercando di rassicurarlo e facendogli capire che è tutto ok. Fate completare il giro in cui i cani si annusano il posteriore e i genitali, lasciateglielo fare un paio di volte e prima che aumenti di intensità e la traiettoria si restringa, allungate il guinzaglio e fate due passi indietro, richiamando il cane con tono amichevole. Pazienza e fiducia sono le caratteristiche fondamentali per evitare che dal ringhio si passi all’azione.

 💡 Se dovesse accadere che due cani inizino a mordersi, è necessario non andare nel panico e non iniziare ad urlare, bensì mantenere il sangue freddo. Cercate di fermare il soggetto tra i due che sta avendo la meglio e gettandogli dell’acqua in bocca o sulle narici, in modo da indurre il cane a liberare la presa.

Condividi sui social network

Commenta